TaranTango

Musica Live e non solo

In occasione di un concerto alla  Casa Argentina di Roma, Cataldo Perri, cantautore jonico  ha incontrato il maestro Ariel Pirotti direttore d’orchestra e grande interprete di tango che vive e lavora a Buenos Aires. E’ nata subito fra i due musicisti una grande intesa dettata soprattutto dall’apprezzamento reciproco per le comuni passioni musicali. Era destino che la potente malinconia del tango e la vitale, sanguigna  frenesia della tarantella dovessero incontrarsi di nuovo. Si tratta d un incontro che ha radici antiche , quelle dei nostri nonni emigrati  che hanno conosciuto il tango in Argentina e che là hanno portato le loro tradizioni e la loro musica. Cataldo Perri è l’autore dell’opera di teatro e musica Bastimenti, regia di Daniele Abbado,  dedicata al nonno emigrato in Argentina e mai più ritornato. Con questo spettacolo, Perri ha voluto rendere un tributo a tutti quelli che non ce l’hanno fatta sull’incerto e duro cammino dell’esperienza migratoria. L’opera è stata rappresentata a Buenos Aires , a New York, a Bruxelles presso la sede del parlamento europeo, a Stoccarda, al teatro Rendano di Cosenza  e in altri teatri italiani. Il maestro Pirotti è l’attuale direttore, arrangiatore e pianista dell’orchestra di Tango della  UNA di Buenos Aires. Nel 2016 ha ricevuto il premio Gardel come miglior nuovo artista di tango ed è stato nominato nella categoria “miglior artista di tango”ai Latin Grammy 2017. I due musicisti sono già all’opera per ultimare un programma musicale pregno di brani originali di tango, tarantelle e tarantango.  In alcuni di questi brani il tango e la tarantella si annusano prima e si avvinghiano  poi in melodie e ritmi come una pianta bellissima dalle radici forti e antiche ma che germoglia meravigliosi fiori che portano il profumo di sentieri nuovi e inesplorati. Il concerto prevede il coinvolgimento di ballerini di tango e tarantella che si esibiranno in piazza sia nel loro tradizionale repertorio coreutico che in questa nuova miscellanea di passi originali che sarà una sintesi fra le due danze.  Con questo progetto il Mediterraneo e l’energia sanguigna della tarantella  sfociano nell’oceano e nell’antica nostalgia del tango in maniera naturale e rispettosa  portando i fermenti e il calore di una nuova stagione creativa ma che ha il profumo della memoria.

On the occasion of a concert at the Casa Argentina in Rome, Cataldo Perri, jonico singer-songwriter met the maestro Ariel Pirotti conductor and great tango performer who lives and works in Buenos Aires. A great understanding immediately arose between the two musicians, mainly due to the mutual appreciation of common musical passions. It was destiny that the mighty melancholy of the tango and the vital, sanguine frenzy of the tarantella should meet again. It is an encounter that has ancient roots, those of our emigrant grandparents who have known tango in Argentina and who have brought their traditions and their music there. Cataldo Perri is the author of the opera and theater Bastimenti, directed by Daniele Abbado, dedicated to his grandfather who emigrated to Argentina and never returned. With this show, Perri wanted to pay tribute to all those who did not make it on the uncertain and difficult journey of the migratory experience. The work was performed in Buenos Aires, in New York, in Brussels at the headquarters of the European Parliament, in Stuttgart, at the Rendano theater in Cosenza and in other Italian theaters. Maestro Pirotti is the current conductor, arranger and pianist of the UNA Tango Orchestra of Buenos Aires. In 2016 he received the Gardel award for best new tango artist and was nominated in the category “best tango artist” at the Latin Grammy 2017. The two musicians are already working to complete a musical program full of original tango pieces, tarantellas and tarantango. In some of these songs the tango and the tarantella first sniff and then cling to melodies and rhythms like a beautiful plant with strong and ancient roots but which sprouts wonderful flowers that bring the scent of new and unexplored paths. The concert includes the involvement of tango dancers and tarantella who will perform in the square both in their traditional choreutic repertoire and in this new miscellany of original steps that will be a synthesis between the two dances. With this project, the Mediterranean and the blood energy of the tarantella flow into the ocean and into the ancient nostalgia of tango in a natural and respectful manner, bringing the ferments and the warmth of a new creative season that has the scent of memory.

WEBSITE