Socialeyez

Musica Live e non solo

Socialeyez nasce il 25 maggio del 2019, tra un garage e un gruppetto di locali del Pigneto, centro-periferia di Roma. È formato da due elementi, entrambi del ’77, che suonano insieme e separatamente da diversi anni e hanno deciso di iniziare un percorso nuovo, più asciutto e lineare. Qualcosa che in inglese si definisce “streamlinde”. Inglese è pure la lingua cantata da Ryan che suona il sax ed è nato in Minnesota. Lì è cresciuto fino a 19 anni, quando ha deciso di trasferirsi in Italia per studiare belle arti, passando per Pavia, Milano e Napoli prima di fermarsi a Roma. Pietro è nato in Calabria, dove ha imparato a suonare la chitarra e il basso prima di emigrare nella capitale per immergersi nello studio della politica ma anche nei ritmi e nelle sonorità elettroniche del sottobosco metropolitano. Con Socialeyez Pietro e Ryan hanno adottato un nuovo registro: fare musica ripartendo dalle fondamenta, dalle proprie basi musicali, dai propri miti degli anni passati ad ascoltare musicassette e vinili. Partire dalle immagini, i ricordi, le impressioni indelebili di cui non ci si ricorda quasi più l’inizio per arrivare a uno stile un po’ “punk” e un po’ “pura classe”, un mix AMERITALIANO che mette insieme rock, elettronica, folk, jazz, rap, blues…and more! per esprimere qualcosa di probabilmente pop, qualcosa di sicuramente underground.

Socialeyez was born on 25 May 2019 between a garage and some small clubs in the Pigneto, a suburb very close to the center of Rome. It consists of two elements, both from 1977, which have been playing together and separately for several years before deciding to start something new, drier and more linear. Something that in English is called “streamlinde”. English is also the language sung by Ryan who plays sax and was born in Minnesota. There he grew up to 19 years, when he decided to move to Italy to study fine arts, passing through Pavia, Milan and Naples before stopping in Rome. Pietro was born in Calabria, where he learned to play guitar and bass before moving to the Italian capital to immerse himself in the study of politics but also in the rhythms and electronic sounds of the metropolitan undergrowth. With Socialeyez Pietro and Ryan adopt a new register: making music starting from the foundations, from their own musical bases, from their own myths of the years spent listening to cassettes and vinyls. Starting from the images, the memories, the indelible impressions of which they almost can’t remember the beginning to get to a style a bit “punk” and a bit “pure class”, an AMERITALIAN mix that combines rock, electronic, folk, jazz, rap, blues…and more! to express something probably pop, something definitely underground.