Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Riccardo Joshua Moretti – “Lo Scrigno della Memoria” – Università di Macerata

28 Gennaio @ 11:30 am - 1:30 pm

Riccardo Joshua Moretti accompagnato dal suo quartetto d’archi

Un album speciale questo progetto di Riccardo Joshua Moretti. Il tocco prezioso delle sue dita sul pianoforte, le note create dalla sua spiritualità di uomo e di musi-cista.
L’ALBERO DEI SOGNI:” L’uomo è un albero del campo, un albero la cui forma indica una chiara connessione tra il mondo terreno e l’ultraterreno, concetto universale di protezione, sopravvivenza ed evoluzione…” così Francesca Magnini (Direttrice Artistica del Balletto di Roma) descrive l’idea del sogno che ha dato vita allo spettacolo omonimo.

“Tre quartine e un addio”, prima composizione dell’album, un brano che è colon-na sonora dell’omonimo film di Fariborz Kamkari:”Solo Joshua con la sua estrema sensibilità artistica poteva scrivere una musica che è l’essenza della consapevolezza umana nei confronti della morte. Una musica profonda e al tempo stesso leg-gera”.
Un album davvero speciale anche per la presenza di una poesia “Quel pensiero” che la grande Edith Bruck ha voluto che fosse pubblicata nell’album, e delle im-magini dei dipinti di Eva Fischer.

Ascolta L’albero dei sogni –
https://Hi-QU-Music.lnk.to/LalberoDeiSogniFA

“LO SCRIGNO DELLA MEMORIA” ‒ Rassegna artistica e culturale – Ia edizione 2020
Università degli Studi di Macerata, Rete Universitaria per il Giorno della Memoria,
Associazione Controvento-APS, Rivista “Nuova Ciminiera”
27-28 gennaio / 3 febbraio / 7 febbraio 2020

Responsabile scientifica e organizzativa GdM e GdPACE, prof.ssa Clara Ferranti, Università di Macerata, con la collaborazione di Filippo Davoli, direttore della Rivista “Nuova Ciminiera”
Responsabile scientifico e organizzativo GdR, dott. Ettore Pelati, Associazione Controvento-APS

Promotori del progetto, soggetti coinvolti e finalità
La Rassegna artistica e culturale “Lo Scrigno della Memoria”, alla sua 1a edizione e nata dalla collaborazione dell’Università di Macerata con altre realtà associative culturali del territorio marchigiano (l’Associazione Controvento-APS e la Rivista “Nuova Ciminiera”), intende unire sotto il segno della Memoria, da cui il nome dell’iniziativa, tre eventi culturali e artistici relazionati in particolare a due importanti ricorrenze commemorative, il Giorno della Memoria (GdM) e il Giorno del Ricordo (GdR), tra le cui date è organizzata anche una Giornata del Patrimonio Artistico e Culturale Ebraico (GdPACE).

L’iniziativa si colloca nello stesso filone di ricerca e di formazione animato, sin dal 2012, dalla Rete Universitaria per il Giorno della Memoria con l’organizzazione di corsi e seminari istituiti nelle Università italiane aderenti al progetto della Rete. L’Università di Macerata, sotto la responsabilità scientifica e organizzativa della prof.ssa Clara Ferranti, si è resa promotrice di dette iniziative dal 2013, realizzando sino al gennaio 2019 ‒ tra corsi, seminari, celebrazioni del Giorno della Memoria, presentazione di volumi e mostre ‒ trecidi eventi che hanno avuto il sostegno e il patrocinio oneroso di enti regionali (Giunta Regionale e Assemblea Legislativa delle Marche), nonché quello di enti come l’UCEI, l’Ambasciata d’Israele e la Comunità Ebraica di Ancona.

La finalità rimane quella di trasmettere al mondo della scuola e dell’università la conoscenza del più efferato crimine contro l’umanità del XX secolo, commesso dal nazifascismo, e di offrire gli strumenti didattici adeguati all’insegnamento della Shoah, puntando fra l’altro sulla loro diversificazione in base all’età degli allievi. A questa finalità si aggiunge ora, grazie all’idea della Rassegna artistica e culturale, quella di dare rilievo, con lo stesso spirito di trasmissione e di formazione, sia alla tragica storia del massacro delle Foibe e dell’esodo giuliano-dalmata, per mano dei partigiani jugoslavi di Tito, sia all’Holodomor, l’altro grande sterminio che ha funestato la storia europea del XX secolo a partire dal disegno criminale di Stalin della “dekulakizzazione” dei contadini ucraini. Pur trattandosi di eventi storici diversi, essi sono legati dal filo rosso della disumanità, della violenza e della malvagità estreme di cui l’essere umano può essere capace e da cui occorre difendere le generazioni presenti e future con la conoscenza di tali vicende, anche in un’ottica comparativa.

Tra le due giornate commemorative si intende dare risalto, con una giornata a questo dedicata, alla ricchezza del patrimonio artistico e culturale ebraico, nella convinzione che l’approfondimento e la riflessione sull’evento più disumano legato alla storia del popolo ebraico non esaurisce la conoscenza del mondo ebraico e anzi rischia di “ghettizzarlo” culturalmente, identificando erroneamente la storia contemporanea degli ebrei solamente con la storia della Shoah.
L’obiettivo della Rassegna è dunque quello di diffondere e di promuovere negli atenei, nelle scuole e nei cittadini sia le “buone pratiche” nella lotta contro ogni forma di razzismo, xenofobia e antisemitismo, sia la conoscenza di culture diverse tra loro, in vista della costruzione nelle generazioni più giovani di un sentimento di cittadinanza europea condivisa e di una cultura volta al pluralismo, alla responsabilità e alla tutela dei diritti umani e civili.

Programmazione della rassegna
La Rassegna consta di tre momenti culturali, affiancati da altrettanti momenti di espressione artistica, e per tutta la sua durata è prevista l’esposizione di una mostra fotografica su Auschwitz:
celebrazione del Giorno della Memoria (GdM) il 27 e 28 gennaio, ore 9-13/15-19 e ore 9-13, con l’istituzione del “Seminario di ricerca e disseminazione della Memoria”, dal titolo Tenere viva la memoria nel processo di pace: in memoria di Piero Terracina, al quale sono invitati a parlare testimoni ed esperti del settore, e con due eventi artistici: una rappresentazione teatrale e un concerto di musica;
la Giornata del Patrimonio Artistico e Culturale Ebraico (GdPACE) il 3 febbraio, ore 9-13 e 15-19, con la presentazione di due volumi, Il commento alle preghiere di Menahem Recanati e Ricette e Precetti di Miriam Camerini, dove interverranno studiosi di spicco, noti per la loro preparazione negli ambiti ivi affrontati, e con un concerto di musica;
celebrazione del Giorno del Ricordo (GdR) il 7 febbraio, ore 10-13,30, con una tavola rotonda di esperti sul tema delle Foibe e dell’esodo giuliano-dalmata, cui sono invitati a parlare testimoni dell’esodo, e con una rappresentazione di radioteatro.

Personalità coinvolte nella rassegna
Per la parte scientifica del GdM, i professori Roberto Cresti, Roberto Mancini, Natascia Mattucci, Adele Valeria Messina, Tatiana Petrovich, Riccardo Piccioni, Sandro Scarrocchia; la vice presidente del Women’s Federation for World Peace, nonché responsabile relazioni esterne presso UPF Italia (Universal Peace Federation) Maria Gabriella Mieli; la testimone della Shoah di seconda generazione Miriam Jaskierowicz Arman.
Per la parte scientifica del GdPACE, i professori Diego Poli, Giovanni Carlo Sonnino; l’artista, scrittore ed esperto qabbalista Tobia Ravà; l’attrice, musicista e scrittrice Miriam Camerini, il ministro del culto della Comunità Ebraica di Ancona Nahmiel Ahronee; lo scrittore, poeta e direttore della Rivista “Nuova Ciminiera” Filippo Davoli.
Per la parte scientifica del GdR, gli studiosi Giorgio Giannini, Antonio Maria Orecchia e Marco Vigna; la giornalista di Avvenire Lucia Bellaspiga; i testimoni dell’esodo giuliano-dalmata Franco Rismondo, Livilla Sivocci e Carmen Ursini.
Per la parte artistica del GdM, la “Compagnia Sperimentale Teatro A” e il Maestro Riccardo Joshua Moretti con la sua Ensemble.
Per la parte artistica del GdPACE, l’Ensemble del Conservatorio di Musica Giovan Battista Pergolesi di Fermo.
Per la parte artistica del GdR, l’artista e doppiatore Luca Violini.
La mostra fotografica è a cura di Sauro Strappato.

Comitato organizzativo
Prof.ssa Clara Ferranti, ferranticlara@gmail.com, 0733 258.4339, 348 0050431
Dott. Filippo Davoli, filippo.davoli@gmail.com, 349 6503753
Dott. Ettore Pelati, pelatiettore@gmail.com, 333 2928368

Dettagli

Data:
28 Gennaio
Ora:
11:30 am - 1:30 pm

Organizzatori

Hi-QU Live
Università di Macerata

Luogo

Università di Macerata
Piazza Guglielmo Oberdan, 5
Macerata, MC 62100 Italia
+ Google Maps
Telefono:
0733 258 3985
Sito web:
http://biblioteche.unimc.it/it/casb